lunedì 21 novembre 2011

Venerdì sera vi va di bere una birra a Dublino?

Cosa ne direste di partire da Malpensa alle 21,15 di un venerdì e passare due giorni di autunno a Dublino? Ve lo consiglio!
In questo periodo la città è già totalmente immersa nell'atmosfera natalizia ma i colori delle foglie sono ancora quelli dell'autunno.
Il viaggetto goloso inizia con atterraggio a Dublin verso le 22.40 (ora locale), con 6 euro e 25 minuti di bus siamo arrivati in O'Connell Street.
Sosta velocissima per lasciare i bagagli al Jurys Inn di Parnell Square (giusto compromesso tra prezzo e comodità) e via a piedi per O'Connell Street diretti a Temple Bar.
Prima sosta per una Guinness ed un Irish Coffee al Oliver St John Gogarty's: un pub in legno a tre piani, al piano centrale musica tradizionale dal vivo e due ballerini strepitosi!
Il giorno successivo è iniziato con un'Irish breakfast con i fiocchi: uova strapazzate, bacon, crocchetta di patate, fagioli (ma ho letto anche che si usano i funghi),"pudding" nero e bianco (che poi sono sanguinaccio il nero e avena e grasso di maiale il bianco), salsiccia, pomodoro e l'immancabile fetta di pane con il burro!
Con tutte queste bontà da smaltire siamo partiti a piedi verso l'ufficio postale in O'Connell Street, uno dei simboli della Rivolta di Pasqua del 1916 (se guardate attentamente la foto si vedono i segni delle pallottole nella colonna)
Continuando a piedi in 10 minuti abbiamo raggiunto Grafton Street, cuore pulsante della città. Lungo la strada si trovano negozi di ogni genere ma soprattutto musicisti: giovani, bravi ed apprezzati dai passanti che "spendono " un minuto per fermarsi ad Ascoltare.
Da Grafton ci siamo diretti verso Camden Street e da lì, senza prestare troppa attenzione alla strada, ma solo con la voglia di Respirare la città, ci siamo ritrovati in Dame Lane al mercato coperto. Forse merita di più l'edificio del mercato stesso...
Dani voleva provare una birra speciale e così pausa pranzo al PortHouse Brewing Co. in Parliament Street. Ecco cosa abbiamo scelto: una zuppa di pesce (seafood soup) servita con pane e burro. Da bere? Birra scura della casa!
Camminare per Dublino è meraviglioso, con pochi passi da Parliament Street si possono ammirare il Castello della città e l'Olympia Theatre.
Senza nemmeno che ce ne rendessimo è sceso il buio, la città si è accesa ed è diventata, forse, ancora più bella! Vale la pena fermarsi su uno dei tanti ponti a guardare le luci riflesse nel Liffey, il fiume che attraversa la città.
Per cena abbiamo scelto un locale in Temple Bar, il Gallaher's Boxty House. Cos'è il Boxty? Un piatto tradizionale a base di patate ;). Naturalmente non potevamo non provare le patate e quindi gnocchi con salsa ai funghi, un assaggio di boxty e poi stufato di agnello e salsiccia con puré.
Temple Bar il sabato sera è letteralmente un delirio, metà delle persone sono ubriache ma l'atmosfera è molto tranquilla, è una grande festa all'aperto. Le ragazze indossano quasi tutte minigonne cortissime e tacchi altissimi e non è raro vederle camminare da un locale all'altro scalze e con le scarpe in mano :) 
La nostra serata è ovviamente finita in un pub: irish coffee, guinness, musica dal vivo!
Il secondo è ultimo giorno abbiamo passaeggiato da Parnell Square alla zona Sud del centro dove si trovano Merrion Square Park e St Stephen Green, due giardini meravigliosi. 
Vorrei riuscire a descrivere in maniera efficace i colori e la luce calda anche se invernale che mette tranquillità...spero che la foto vi aiuti ad immaginarli.
Le ultime ore disponibili le abbiamo dedicate allo shopping nel bellissimo Powerscourt Center in William Street. Tra tutti quelli che ci sono vi consiglio un negozio molto carino, si chiama Article e vende oggetti decorativi per la casa.
Poco prima di lasciare la città siamo tornati - rigorosamente a piedi - in Temple Bar per un fish&chips (ovvero pesce fritto e patatine fritte) da Leo Burdock. Questo piccolissimo locale merita anche solo per leggere la sua Hall of Fame...pare che tutti, ma proprio tutti, abbiano mangiato da lui, anche Edith Piaf...
Sarei rimasta volentieri un altro giorno, mi sarebbe tanto piaciuto passare un'altra serata con un irish coffee tra le mani ascoltando musica dal vivo...vi saluto con una frase, scritta sul muro di un pub a due passi dal Liffey.
"Non aspettate di battere il ferro finché è caldo ma scaldatelo battendolo".
Buon viaggio.


Silvia 
Do you like? -  profumo di cose buone 


7 commenti:

Giovy ha detto...

Grande città Dublino... mi manca molto e ci dovrei tornare!! Bel post. Tutti consigli da tener presente.

agapanto_67 ha detto...

interessante il tuo blog. anche tu di torino? piacere di conoscerti. se ti va passa dal mio blog, sei la benvenuta.

Antonella Leone ha detto...

che meraviglia e che invidia :D spero di andarci presto anch'io a quanto sò dubino è una città bellissima :)

TuristadiMestiere ha detto...

straordinario! Adoro le partenze, anche solo di due giorni: perché a volte bastano a ritemprare, a rallegrare, a far ossigenare! Non sono mai stata a Dublino. La mia lista non si accorcerà mai!!! p.S. spettacolare la frase che hai fotografato! ;)

cessione del quinto ha detto...

Vedo questo post e me ne pento de non essere andato a Dublino 2 anni fa,purtroppo ho fatto la scelta sbagliata (colpa di mia moglie)ma quest'anno vado comunque sia anche da solo.Ottimo post.Daniel

Elle R. ha detto...

wow che foto stupende!! Non sono mai stata a Dublino ma mi piacerebbe un sacco =)

Giada V. ha detto...

Complimenti per le bellissime foto!!! Questo post mi ha fatto venire una voglia immensa di viaggiare..... Non sono mai stata a Dublino, ma è sicuramente nella lista delle mete in cui andrò.. Prima o poi :)

Giada

http://sorbettoalimone.blogspot.it/